Blog & Stories

I genitori devono saper lasciare andare

24 Febbraio 2022

Nell’immaginario collettivo il genitore è quello che vive immerso tra biberon e pannolini, che corre tutto il giorno tra scuola, campo da calcio, piscina e scuola di danza, che si misura con i compiti e che va alle riunioni con gli insegnati. Tuttavia, si è genitori anche di figli grandi e le sfide quotidiane hanno tutto un altro sapore.

Essere genitore di un figlio grande richiede ancor più che in altri momenti di vita la capacità di lasciare andare, saper traghettare il proprio figlio verso il mondo sociale. Come abbiamo detto la famiglia alle prese con la cura dei figli diventa mediatore del sociale nella vita del bambino. Nei classici appuntamenti sociali, come l’inserimento del bambino a scuola o nel momento in cui il figlio, ormai adolescente si apre completamente al mondo delle relazioni da pari, la famiglia non smette di essere punto di riferimento per il figlio, che continua ad avere bisogno dei suoi genitori per essere supportato in questo passaggio all’interno del mondo sociale. Con un figlio grande questo passaggio diventa ancora più cruciale. Il figlio, giovane adulto è pronto ad entrare a tutti gli effetti nel mondo degli adulti e questo passaggio coincide con il compito del genitore di favorire tale transizione.

Alcune coppie di genitori approcciano al distacco del proprio figlio con un atteggiamento negazionista dove il dolore del distacco è qualcosa di insuperabile e inaffrontabile. Altre invece sembrano assumere una posizione eccessivamente entusiasta e accogliente al momento del distacco dal proprio figlio, di fatto negando il dolore che questo comporta.

Una posizione, anche in questo caso, equilibrata dei due estremi sembra essere quella che maggiormente funge da fattore protettivo ad una positiva transizione verso la vita adulta del proprio figlio.

Essere genitori di un figlio grande, ormai pronto ad essere completamente autonomo richiede lo svolgimento di diversi compiti. I genitori di figli giovani adulti si trovano a dover far fronte a due passaggi cruciali: quello del passaggio all’età adulta del figlio e il loro ingresso nella fase di mezza età.

I genitori in questa fase della loro vita assumono un ruolo centrale all’interno della nostra società, in cui affrontano diversi cambiamenti, sia da un punto di vista individuale, che di coppia e genitoriale.

Il compito di sviluppo principale della coppia genitoriale in questa fase è quello di accompagnare il figlio nel pieno raggiungimento di una posizione autonoma e adulta. Le famiglie in questa fase si allontanano sempre di più da quegli aspetti conflittuali e di controllo tipici di una famiglia alle prese con un figlio adolescente e si aprono a forme di comunicazione e di supporto.

Tuttavia, può non essere semplice, soprattutto se il desiderio di rimanere “genitori per sempre”, così come lo si è stati finora, permane. Può essere difficile lasciare andare e perdere la dipendenza dei figli. Ma saper lasciare andare è uno dei compiti più importanti dell’essere genitore. Si tratta, per un genitore, di liberarsi dalla convinzione di poter proteggere all’infinito i propri figli dai dolori e dalle frustrazioni. Di fatto nel tentativo di proteggerli, i genitori troppo presenti nella vita dei figli li limitano nella loro esplorazione e conoscenza del mondo.

Per questo è giusto lasciarli andare nel momento in cui sono grandi, per dare loro lo spazio necessario per costruire la loro vita al di fuori delle mura domestiche e della famiglia d’origine.

Dott.ssa Anna Guerrini
Psicologa