Blog & Stories

La gelosia per il proprio bambino

28 Gennaio 2021

Tra le emozioni di gioia e felicità per l’arrivo di un bebè e l’impegno nel prendersene cura, con le fatiche annesse, un sentimento inaspettato può farsi spazio nell’esperienze delle neo-mamme. Si tratta della gelosia per il proprio bambino.

Non conta essere persone più o meno gelose nei rapporti interpersonali. Anche donne che non lo sono mai state prima, possono improvvisamente sperimentare un senso di gelosia nei confronti del proprio bambino. È qualcosa di cui preoccuparsi?

Avete sentito crescere dentro di voi il vostro bambino per nove mesi, il parto ha costituito in qualche modo una rottura di quel legame così unico ed intenso ed ora in qualche modo vi ritrovate a dover condividere il vostro bambino con il resto del mondo. Provare gelosia nei confronti del proprio bambino è del tutto normale. È il frutto dell’amore e del senso di protezione che provate nei suoi confronti.

Ciononostante, è importante riconoscere la propria gelosia e monitorarla, cercando di evitare che si trasformi in qualcosa di deleterio per vostro figlio. Del resto, un conto è voler proteggere il vostro bambino, un altro è costringerlo sotto una campana di vetro nel nome di un senso di protezione eccessivo.

Dietro un rapporto eccessivamente stretto tra madre e figlio – che rischia di diventare simbiotico – si cela il pericolo di costruire una relazione fondata sulla dipendenza totale del figlio alla propria madre. Questo potrebbe avere delle ripercussioni negative sullo sviluppo del bambino, che non potendosi sperimentare nelle relazioni, non riuscirà a costruirsi, crescendo, una rappresentazione sicura e stabile di sé. 

La relazione tra un genitore e un figlio è di fondamentale importanza per lo sviluppo psicologico del bambino, che farà da modello alle relazioni future. È all’interno della relazione tra un figlio e la propria figura di riferimento principale che il bambino costruisce un’idea di sé, degli altri, del mondo. Queste rappresentazioni mentali lo guideranno nei comportamenti sociali e getteranno le basi per le relazioni future.

Per questo il corretto equilibrio tra dare protezione e stimolare all’esplorazione del mondo da parte della mamma sarà per il figlio il miglior modo di crescere sicuro dentro un legame positivo. Ed è bene che non sia l’unico. Infatti, tutte le relazioni che il bambino instaura sin dai primi momenti di vita avranno delle ripercussioni sul suo sviluppo futuro.  Lasciate allora che vostro figlio costruisca e possa godere di legami significativi con nonni, altri parenti e amici. Sarà una palestra che lo preparerà ad affrontare il mondo e a crescere sicuro di sé. 

Questo non scalfirà in nessun modo il vostro rapporto. Ricordatevi che l’amore tra una madre e un figlio è qualcosa di unico e indissolubile e nulla potrà cancellarlo.

Dott.ssa Anna Guerrini

Psicologa


Utiliziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul nostro sito Leggi la cookie policy