Blog & Stories

Il rapporto con i nonni

22 Luglio 2021

Oggi più che mai i nonni sono figure fondamentali nella vita di una famiglia, soprattutto per l’aiuto che possono dare ai neo-genitori nella cura del proprio nipotino. Per i genitori di oggi, spesso costretti a dividersi tra famiglia e lavoro e fare salti mortali degni dei migliori artisti circensi per destreggiarsi tra i mille impegni, poter contare sull’aiuto dei nonni è una grande fortuna. Questo non solo perché consente un risparmio economico – poter contare sui nonni permette di evitare la spesa dell’asilo nido o di una baby-sitter – ma anche perché i genitori possono essere più tranquilli a lasciare il proprio bambino a figure vicine come i nonni che non ad estranei. Inoltre, non bisogna dimenticare l’importanza che un buon rapporto con i nonni può avere dal punto di vista psicologico nella vita di un bambino.

Sebbene i nonni siano stati coloro che vi hanno cresciuti, nel momento in cui darete loro vostro figlio non è detto che il loro modo di comportarsi sia lo stesso di quando erano genitori.  Il rapporto genitori-figlio e quello nonni-nipote è profondamente diverso, per una serie di ragioni. In primis l’età in cui i vostri genitori erano alle prese con la cura dei propri figli è diversa da quella in cui lo sono con i loro nipoti. Questo inevitabilmente incide sul loro modo di gestire il piccolo. Poi, i nonni hanno maggior tempo da dedicare alla cura dei nipoti rispetto a quello che avevano quando erano genitori e oltre a doversi occupare del proprio figlio, dovevano anche lavorare. Inoltre, la relazione che si instaura tra un nonno e un nipote è diversa da quella tra un genitore e un figlio. La prima non è così influenzata dalla responsabilità educativa che invece un genitore sente nei confronti del proprio figlio.  Piuttosto, si tratta di una relazione fatta da complicità e gioco, ritmi più calmi, tempo semplicemente condiviso, senza per forza la ricerca obbligata di regole da insegnare o prassi da rispettare. I nonni possono regalare a un bambino il loro patrimonio di esperienze, i loro saggi insegnamenti. Dal canto loro i nipoti possono regalare ai nonni immensa gioia e spensieratezza, quella leggerezza che contrasta la stanchezza dell’età.

Spesso neo-genitori e nonni non condividono le stesse pratiche educative, e questo può creare qualche piccolo attrito, soprattutto se si percepisce la differenza di vedute come un attacco personale reciproco. In realtà, far tesoro dell’esperienza dei propri genitori e riattualizzarla, sulla base delle proprie idee e prospettive educative nel modo di essere genitori oggi è davvero molto importante. Prendere ciò che di buono si ha avuto dai propri genitori e trasmetterlo ai propri figli significa regalare al proprio bambino un immenso patrimonio immateriale di tradizione e cultura.

In generale è importante che le pratiche educative tra nonni e genitori siano coerenti, per dare stabilità al bambino. In questo è bene che ci sia un confronto sempre aperto e un dialogo continuo tra genitori e nonni affinché ci sia accordi su come accudire il bambino.  

Dott.ssa Anna Guerrini

Psicologa


Utiliziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul nostro sito Leggi la cookie policy